Matrimonio Rito Religioso

matrimonio rito religioso
Condividi con i tuoi amici
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Vediamo insieme le procedure e tutti i documenti che servono per un Matrimonio rito religioso

PROCEDURE

Data ed ora:

Non appena avrete stabilito la data delle nozze, occorre verificare la disponibilità della chiesa a poter celebrare in quella data la funzione religiosa. È notorio che nelle grandi città e soprattutto nelle chiese più importanti, alcuni periodi sono indisponibili per le numerose richieste, per cui occorre programmare la data del matrimonio anche con un anno di anticipo. Ricordate che i mesi più “richiesti” sono quelli da marzo a settembre e solitamente il giorno preferito è il sabato. Per le stesse ragioni sopra descritte bisogna far conciliare la data con la disponibilità della location prescelta per il ricevimento nuziale. 

La chiesa:

in genere è quella della sposa, ma se si desidera una chiesa diversa occorrono le autorizzazioni del parroco e della curia di competenza. Il sacerdote della chiesa prescelta vi inviterà a frequentare il “corso prematrimoniale”, che consiste in una serie di incontri con altre coppie, per la preparazione spirituale al matrimonio. Il corso prematrimoniale di solito ha una durata di tre mesi per con la cadenza di due incontri settimanali. Gli argomenti vertono sulla vita coniugale e familiare, sui valori del sacramento e della famiglia cristiana, per infondere consapevolezza al senso della liturgia delle nozze e sulle modalità di svolgimento del rito matrimoniale. Al termine il parroco vi dichiarerà pronti per le nozze, rilasciandovi un attestato valido due anni.

L’officiante:

È il sacerdote della chiesa prescelta, ma se desiderate che l’officiante sia un altro religioso verificate la sua disponibilità e poi comunicatelo al sacerdote della chiesa prescelta. Non dimenticate di invitare il sacerdote al matrimonio e di offrirgli ospitalità nel caso arrivi da altra località. i testimoni: per il matrimonio di rito religioso sono generalmente due per ciascuno degli sposi: li sceglierete tra i parenti più cari o tra gli amici a cui vi lega un particolare affetto.

Validità civile:

il matrimonio religioso può avere anche valore civile: per dare atto di questa valenza il sacerdote leggere durante la cerimonia gli articoli 143, 144 e 147 del codice civile che illustrano i diritti e doveri degli sposi, chiedendovi di apporre le vostre firme e quelle dei testimoni sul registro di stato civile al termine del rito. Il stesso sacerdote si occuperà di trasmettere la trascrizione dell’atto con eventuali annotazioni che avrete voluto eventualmente indicare, ad esempio la separazione dei beni, il riconoscimento di figli, etc. Naturalmente potrete anche scegliere di tenere distinta la celebrazione civile da quella religiosa.

DOCUMENTI RITO RELIGIOSO

Certificato di battesimo:

rilasciato dal sacerdote della parrocchia in cui siete stati battezzati.

Certificato di cresima:

non è necessario, se la data della Cresima è annotata sul certificato di battesimo, altrimenti lo richiederete al sacerdote della parrocchia in cui si è svolta.

Certificato di stato libero ecclesiastico:

è necessario se uno di voi ha vissuto per almeno un anno, dopo il compimento dei sedici anni, in una diocesi diversa da quella attuale. Il certificato può essere sostituito da un giuramento.

Attestato di frequenza al “corso prematrimoniale”.

Certificato di avvenute pubblicazioni civili:

rilasciato dal Comune di appartenenza, dovrà inoltre essere vidimato dalla vostra curia, se il matrimonio sarà celebrato fuori dalla diocesi.

Certificato di consenso civile alle nozze:

concesso dal Comune di appartenenza, dopo aver prestato il consenso civile alla presenza dei testimoni. pubblicazioni religiose: saranno affisse per otto giorni consecutivi, presso la parrocchia di ciascuno di voi e nella parrocchia in cui sarà celebrato il matrimonio.

Certificato di avvenute pubblicazioni religiose:

consegnato dal sacerdote della vostra parrocchia, quando saranno trascorsi i termini dell’affissione.

Certificato di consenso religioso alle nozze:

rilasciato dal sacerdote della chiesa in cui sarà contratto il matrimonio, con conferma della data.


Condividi con i tuoi amici
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Potrebbe interessarti  Come vestirsi ad un matrimonio in primavera